Your search results

6 ERRORI DI BRANDING CHE MINANO L’IMMAGINE DEL TUO SALONE: 3. SNATURARSI

Posted by Manuela Muretta on 3 Giugno 2019
| 0

Eccoci al terzo appuntamento sul branding e sugli errori da non commettere!

In passato abbiamo più volte parlato di brand e di branding, se vi siete documentati in materia vi sarà sicuramente capitato di leggere qualcosa a proposito della Brand Awareness o consapevolezza del brand. La Brand Awareness rappresenta sostanzialmente il livello di notorietà di un determinato marchio. Da non confondere con la Brand Reputation che chiama in causa la considerazione che il pubblico ha nei confronti del marchio stesso.

Non ci stancheremo mai di ripetere che, anche se questi possono sembrare concetti altisonanti e riservati alle grandi aziende, per il nostro salone strutturare una strategia di branding corretta ed efficace sta diventando sempre più importante. Nell’epoca della globalizzazione e dell’omologazione la capacità di far emergere le proprie caratteristiche distintive non solo è importante ma è necessario alla nostra sopravvivenza come professionisti. In questo settore stiamo assistendo ad una strana commistione tra i due apparentemente opposti concetti di artigianalità e imprenditoria. Se infatti il valore del lavoro artigianale sta acquistando un peso sempre maggiore l’aumento esponenziale dell’offerta e il suo ampliamento territoriale rende necessario per il professionista artigiano imparare a qualificarsi come un vero e proprio imprenditore di se stesso.

Ma perché questa premessa? Cosa ha a che fare con gli errori in materia di branding di cui stiamo parlando?

L’errore di branding di cui ci occuperemo in questo articolo è direttamente legato alla riconoscibilità del marchio, la brand awareness.

ERRORE NUMERO 3:  ALLONTANARSI TROPPO DA CIÒ CHE VI HA PORTATO AL SUCCESSO INIZIALE

Settimana scorsa abbiamo parlato del fatto che negli anni l’immagine del salone necessiterà più volte di un restyling per rimanere al passo con i tempi e di come questo passaggio sia molto delicato, dal momento che la riconoscibilità del marchio ha una grossa influenza sul comportamento d’acquisto degli acquirenti e sulla loro fedeltà nei confronti dello stesso. Dunque mantenere la consapevolezza acquisita nel corso degli anni dopo un restyling è imprescindibile. Come fare allora?  Dovrete andare avanti con un occhio al passato! Se volete essere riconoscibili dopo la riprogettazione del vostro brand non dovrete abbandonare e dimenticare ciò da cui siete partiti. A volte grandi cambiamenti improvvisi possono alienare anche i più fedeli e far perdere loro l’identificazione nel brand. Cercate quindi di mantenere sempre riconoscibili l’immagine e i valori della vostra azienda durante tutto il processo di restyling. La nostra storia, ciò che siamo e ciò che siamo stati entra a far parte inevitabilmente della storia del nostro salone e del nostro brand. L’immagine che comunichiamo deve contenere tutto ciò che siamo e che siamo stati, non abbandonarlo né dimenticarlo.

E ricorda: farsi trovare è importante ma farsi scegliere è fondamentale!

Scopri di più! #FattiTrovareFattiScegliere