Your search results

Comparto Beauty: vincono le soluzioni personalizzate

Posted by Manuela Muretta on 29 Dicembre 2018
| 0

Il 70% degli Italiani ama prendersi cura di sé, indipendentemente dall’età. Questo il dato che emerge da un recente sondaggio eseguito da Toluna, con l’obiettivo di sondare i comportamenti d’acquisto delle diverse generazioni relativamente al mondo Hair&Beauty.

Il sondaggio, effettuato su oltre 570 individui maggiori di 16 anni, evidenzia in primis diverse tipologie di acquirenti, alcune più pratiche e riflessive di altre. Infatti, più del 60% della Generazione Z (quella compresa tra i 16 e i 23 anni) sostiene di raccogliere informazioni e valutazioni prima di effettuare l’acquisto mentre 1 italiano su 3 nella fascia di età compresa tra i 24 e i 54 anni (Generazioni Y e X) dichiarano di essere i primi fra amici e parenti ad acquistare un nuovo prodotto non appena viene lanciato sul mercato, sono i cosiddetti  Innovator.

I canali di informazioni privilegiati sono i siti dei marchi per tre generazioni:  Z (34%), Y (32%) e X (33%).

Fondamentali anche gli influencer  per il 32% della generazione Z mentre le riviste femminili sono considerate ancora il punto di riferimento principale per il 29% dei Baby Boomers (+55 anni). Il negozio resta lo spazio di acquisto privilegiato per il 70% degli intervistati che amano ricevere una consulenza personalizzata e provare il prodotto con mano prima di acquistarlo.

Solo il 10% degli intervistati dichiara di preferire l’e-commerce.

Ben l’80% dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di aver acquistato almeno un prodotto beauty nell’ultimo mese con preferenza per cosmetica (make-up, smalti ecc) da parte del 51% della generazione Z, profumi e fragranza in genere per il 48% dei baby Boomers e prodotti per la pelle per il 27% della Generazione X.

Un altro dato importante emerso dal sondaggio è la considerazione decisamente positiva di soluzioni sviluppate con la realtà aumentata. Infatti, ben il 70% dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di aver utilizzato questa tecnologia per testare i prodotti di bellezza e che questa esperienza l’ha poi portato a concludere l’acquisto. Entusiasmo sentito particolarmente dai giovanissimi (Generazione Z): il 46% di loro, nativi digitali, sostiene che la realtà aumentata sarebbe molto utile nel prendere decisioni di acquisto.

Un Baby Boomer su 3 afferma che vorrebbe testare con la realtà aumentata un prodotto per la cura della pelle, mentre il 30% della generazione Y la vorrebbe per i prodotti dedicati ai capelli.

Per quanto riguarda l’offerta del mondo beauty, le due tendenze di fatto più apprezzate sono l’eco-sostenibilità e la personalizzazione. L’approccio ecologico è apprezzatissimo dagli italiani sia relativamente al packaging che all’utilizzo di ingredienti naturali. Il 70% degli intervistati acquistano brand che propongono confezioni riciclabili ed eco-friendly. l apercentuale sale fino all’80% nei giovanissimi e nei Baby Boomers.

Per quanto riguarda gli ingredienti, l’80% degli intervistati sceglierebbe, laddove possibile, un prodotto naturale.

Anche la personalizzazione è molto ricercata fra i consumatori. Il 69% dei partecipanti al sondaggio, infatti, dichiara di aver acquistato (o essere in procinto di acquistare) prodotti da un brand che offre soluzioni mirate e personalizzate soprattutto per la cura della pelle, la cosmetica e i capelli.

Fonte: Pubblicità Italia

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.